Violinista a Londra. “Qui possibilità date a tutti senza preconcetti. In Italia sembra che l’arte sia inutile” – Il Fatto Quotidiano

La critica lo ha definito più volte “uno dei violinisti italiani più rappresentativi della sua generazione”. È stato premiato al concorso biennale di Vittorio Veneto nel 2010 e al XX Concorso Internazionale violinistico Postacchini di Fermo. Suona con un prezioso strumento Joseph Guarneri del 1727 appartenuto al violinista Cesare Barison, per gentile concessione della famiglia. […]

Sorgente: Violinista a Londra. “Qui possibilità date a tutti senza preconcetti. In Italia sembra che l’arte sia inutile” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 15

Precedente Mozzarella in carrozza al forno: la ricetta facile e leggera Successivo Genoa - Napoli 1-2, il tabellino