Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Renzadamus. “Salvini è arrivato velocemente e altrettanto velocemente se ne andrà. Il conto alla rovescia per lui è già iniziato. È come accendere una candela su entrambi i lati, si scioglie molto velocemente” (Matteo Renzi, senatore Pd, 25.5). Fassino, è lei?

Nasi comunicanti. “Il mio naso Dc sente un successo di @forza_italia oltre le previsioni” (Gianfranco Rotondi, Nuova Dc, Twitter, 26.5). Fassino, di nuovo lei?

Lecca-lecca. “Ha un’idea su ogni cosa, alleanze, America, Cina, Russia, e alla fine è l’unico che parla di Europa. Elogio dell’euro Cav” (Salvatore Merlo, il Foglio, 23.5). Slurp!

Chi non muore si rivede. “Governo, conti, futuro. Siri ci spiega il piano di Salvini per avere una flat tax” (Il Foglio, 30.5). Un’altra bancarotta fraudolenta.

Sorpasso in retromarcia. “Zingaretti esulta. I renziani: ‘Peggio di Bersani’” (il manifesto, 28.5). E persino di Renzi.

La testa. “Ringrazio chi mi ha confermato la fiducia, chi si è astenuto e chi ha votato contro. Non mi monto la testa” (Luigi Di Maio, vicepremier e ministro M5S, dopo il voto degli iscritti sulla piattaforma Rousseau che lo conferma all’80% capo politico del Movimento, 31.5). Tranquillo, nessuno potrebbe mai sospettarlo.

Calendate. “Pronto a fondare un partito alleato del Pd. Sono iscritto ai dem e lavoro con Zingaretti, ma serve un soggetto di centro liberal-democratico” (Carlo Calenda, ex Sky, ex Confindustria, ex Ferrari, ex Italia Futura con Montezemolo, ex Lista Monti, neo-europarlamentare Pd, Repubblica, 29.5). Sono tre giorni che sono stato eletto nel Pd, e già il Pd mi sta sul cazzo.

Una prece. “Berlusconi: ‘Resto in campo’” (il Giornale, 31.5). Santo.

La minaccia. “Rotondi avverte l’alleato Berlusconi: ‘Con Salvini non ci stiamo’” (il Giornale, 3.5). Terrore nella Lega.

Lezioni d’amore. “E ora un libro sull’amore con il Cav” (Francesco Alberoni, sociologo, candidato a 90 anni con Fratelli d’Italia alle elezioni Europee e trombato dagli elettori, La Verità, 27.5). Con una escort pieghevole in allegato come segnalibro.

Smetto quando voglio. “Lascio quando voglio, dal Pd troppi sbagli. Forse mi dimetto dopo le Europee, ma prima viene la mia salute” (Catiuscia Marini, governatrice Pd dell’Umbria, indagata per concorsi truccati o pilotati nella sanità pubblica, dopo aver dato le dimissioni e poi aver votato per respingerle, il Messaggero, 20.5). Ecco, con comodo, ci faccia poi sapere.

Renz Corn. “La mia tattica del popcorn ha dato una nuova possibilità al partito” (Matteo Renzi, Repubblica, 29.5). Inteso come Lega.

Peli superflui. “Bonino e la Sinistra pagano il ‘voto utile’” (Repubblica, 27.5). E prendono quello inutile.

Il fine analista. “Autonomia, il Sud ha punito i 5Stelle” (Gianfranco Viesti, il Messaggero, 28.5). Infatti sono arrivati primi solo al Sud.

Tutto d’un prezzo. “Che cos’è per lei la coerenza?”. “Beh, è più importante essere fedeli a una bandiera o a un comportamento, che nel mio caso è sempre stato corretto, onesto, trasparente? Le ideologie nella realtà locale non sono così importanti, specie in questa epoca fluida” (Alberto Tramontano, ex Ds, ex Udeur con Mastella, ora neoeuroparlamentare della Lega, Repubblica, 17.5).

Pericolo mortale. “Nel 2018, dopo le elezioni politiche scorse, il Pd ha rischiato la fine” (Maurizio Martina, deputato Pd, 23.5). É stato proprio quando Maurizio Martina diventò segretario reggente del Pd. Poi se ne andò e il partito si riebbe un pochino.

L’allegro chirurgo. “La mia storia insegna che dopo un’assoluzione piena si dovrebbe abolire l’appello” (Ignazio Marino, ex sindaco Pd di Roma, il Dubbio, 22.5). Ci aveva già provato B. con la legge Pecorella: purtroppo la Consulta la cancellò in quanto incostituzionale. Ma Marino, anzichè il giurista, non potrebbe fare solo il chirurgo?

Il titolo della settimana/1. “C’è un’altra Italia” (titolo della festa “La Repubblica delle Idee”, giugno 2019). Già. E purtroppo vota Salvini.

Il titolo della settimana/2. “Oggi al voto per cambiare Ue e Italia. Ultima chiamata per i liberali” (Alessandro Sallusti, il Giornale, 26.5). Fuggite!

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Hits: 45

Precedente Dl Crescita, arriva lo scivolo per le grandi aziende: via 7 anni prima della pensione. Vertice governo: sul tavolo il Salva-Roma - Il Fatto Quotidiano Successivo Giulianova, sociale: Costantini propone uno sportello per orientare cittadini ai servizi e progetti - Cityrumors