Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

La prova del bau. “Un uomo adesso proprio non lo voglio, mi basta un barboncino” (Elisa Isoardi, conduttrice de La prova del cuoco su Rai1, Vero, 8.7). Un altro?

La collegiale. “I renziani hanno paura di non essere rieletti in caso di elezioni anticipate? Figuriamoci: ma se diciamo che bisogna andare al voto! Noi siamo quelli che hanno vinto nei collegi uninominali” (Maria Elena Boschi, senatrice Pd, Repubblica, 24.7). A parte il fatto che il 4 marzo 2018 il centrosinistra ha vinto in 28 collegi uninominali alla Camera su 232, la Boschi fu eletta a Bolzano grazie ai voti della Svp (che prese il doppio dei voti dei dem), ed era talmente appassionata dei collegi uninominali da farsi blindare come capolista in ben 5 circoscrizioni proporzionali (Lombardia, Lazio e 3 in Sicilia). Ovunque tranne che ad Arezzo. Perchè lì la conoscono.

Renzostowne. “Tre giorni belli pieni in Montana, al Parco di Yellowstone, a discutere di futuro. Non ho trovato Yoghi e Bubu, eroi della mia infanzia, ma tante idee per il futuro. Buona Domenica. #Ritorno” (Matteo Renzi, senatore Pd, Instagram, 21.7). Quello, se non minaccia nessuno, non è contento.

La garanzia. “La Russia non ha dato nessun finanziamento alla Lega, ne sono sicuro. Mi è stato assicurato direttamente da Vladimir Putin” (Silvio Berlusconi, presidente ed eurodeputato FI, 16.8). Dev’essere quello che lui ha fatto entrare nella Nato.

Formanconi. “Se è vero, come è vero, che nelle prigioni italiane sono numerosi i detenuti anche ultra-ottantenni, il populismo vorrebbe che a Formigoni venisse imposta la medesima condizione carceraria. Qualsiasi progressista dovrebbe invece auspicare che a tutti i detenuti di età avanzata venga applicato il ‘trattamento Formigoni’” (Luigi Manconi, Repubblica, 25.7). Giusto: come dice la Costituzione, l’impunità è uguale per tutti. Peccato che Riina e Provenzano siano prematuramente scomparsi, sennò si sarebbero subito abbonati a Repubblica.

Pretenziosi. “Salario minimo tagliando il cuneo, ma costa 6 miliardi” (Repubblica, 24.7). “Il salario minimo? Così apriamo al far west” (Maurizio Casasco, presidente Confapi, Corriere della sera, 23.7). Certo che questi lavoratori sono dei bei tipi: non si accontentano proprio di faticare gratis.

L’estremo oltraggio. “Vita di Borrelli, l’inventore della giustizia politica” (Libero, 21.7). “Il regista di Mani Pulite che portò le toghe al potere” (il Giornale, 21.7). “Così il direttore d’orchestra trasformò Mani pulite in un processo di piazza” (Mattia Feltri, La Stampa, 21.7). “I Craxi fuori dal coro: fece un golpe” (il Giornale, 21.7). “Inchiesta turpe. Le Mani Pulite poi sporcate di rosso sangue” (Fabrizio Cicchitto, ex Psi, ex FI, ex Ncd, Libero, 24.7). Altre stronzate?

Oste, il vino è buono? “Greganti: difendo i giudici ma il populismo è cominciato allora: ‘Il vero errore di quell’inchiesta che mi ha cambiato la vita fu screditare le istituzioni’” (Repubblica, 21.7). “Tangentopoli ha distrutto i partiti e aperto la strada ai populisti. Io ora voto Pd. Su Borrelli giudizio negativo, a sua insaputa ha coperto un progetto politico autoritario” (Paolo Cirino Pomicino, Repubblica, 21.7). Ok, ma perchè rubavate?

L’insaputo. “Viaggi in auto blu, Scajola nei guai. L’ex ministro, sindaco di Imperia, e il suo autista accusati di peculato d’uso per le trasferte a Genova con scopi non istituzionali. Lui si difende: ‘Tutto in regola’” (La Verità, 24.7). Ma vi pare che uno Scajola si accorga di quei viaggi in auto? Lo sanno tutti che l’autista, prima di caricarlo nel bagagliaio dell’auto blu, lo anestetizza.

Lambiti. “Stretta di Bonafede sugli affidi, si scatena la propaganda anti Pd… Anche lui, come Salvini e Di Maio, attacca i dem, solo lambiti dalle indagini” (Repubblica, 22.7). “Le fake news su Bibbiano… Il sindaco Pd è accusato ‘solo’ di abuso d’ufficio, per aver concesso gli immobili ai presunti bruti… Un altro passetto verso la distruzione della democrazia rappresentativa sotto una montagna di bugie. Proprio come voleva Casaleggio senior” (Luca Bottura, Repubblica, 22.7). In attesa di sapere quando mai Casaleggio abbia auspicato la distruzione della democrazia rappresentativa sotto una montagna di bugie, segnaliamo che il sindaco Pd di Bibbiano è gli arresti non solo per aver concesso immobili (fake news) e che sono indagati anche gli allora sindaci Pd di Montecchio e Cavriago. Pardon, “solo lambiti”.

Il titolo della settimana/1. “Poche tette al vento per Carola” (Pietro Senaldi, Libero, 28.7). Sono soddisfazioni.

Il titolo della settimana/2. “Io, primo laureato in green economy, sposo l’Alta velocità” (Angelo Pettrone, La Stampa, 24.7). Per dire com’è ridotta l’Università.

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Hits: 15

Precedente Orrore a Rimini: si getta nudo dalla ruota panoramica. Volo di 55 metri, morto sul colpo Successivo Alba Adriatica, continua la querelle su Gattopardo: “Diritto al divertimento ma anche al riposo a km di distanza. Sindaco sospenda attività" | ekuonews.it