Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Capitan Findus. “Orfini, lei era bordo quando la capitana Carola ha scartato, forzando il blocco: in quel momento cosa ha pensato? Questa ragazza sta esagerando?”. “In quel momento ho pensato: sei fossi io al suo posto, agirei esattamente come lei” (intervista di Matteo Orfini a La Stampa, 30.6). Solo che, diversamente da lei, si sarebbe schiantato sulla banchina.

Rosicamento di infrazione. “C’è tanto entusiasmo, motteggia l’ineffabile Conte, premier ombra del governo legastellato, mentre vaga ramingo nei cortili del palazzo Justus Lipsius in cerca di un qualunque alleato disposto ad ascoltare la suicida posizione italiana” (Massimo Giannini, Repubblica, 2.7). “Conti, l’Europa grazia l’Italia. Sto alla procedura sul debito” (La Stampa, 4.7). Commissione Ue grazia l’Italia: niente procedura d’infrazione” (il Giornale, 4.7). “L’Italia incassa lo stop alla procedura d’infrazione. Ma lo scontro con l’Ue è solo rinviato: sarà un autunno caldo” (Repubblica, 4.7). Ragazzi, andata maluccio, eh?

Senti chi pirla. “Con il governo del cambiamento è tornata l’Italietta di Crispi. Un Paese di circoli ristretti e di clientele” (Marco Fiollini, ex leader Udc, editorialista dell’Espresso, 7.7). Ha parlato l’ex segretario di Totò Cuffaro.

L’elettore-tipo. “Cinquantenne riminese in trasferta nel Nord Italia prenota seduta sadomaso, ma finisce al pronto soccorso. Ossa a pezzi, lividi e 40 giorni di prognosi” (Huffington Post, 4.7). Il classico scarto fra la campagna elettorale e il dopo.

Il badante. “Oggi alla riunione di gruppo del PPE mi sono seduto vicino al più giovane parlamentare europeo, Alex Bernhuber!” (Silvio Berlusconi, Facebook, 1.7). Dev’essere quello che gli cambia il pannolone.

Nostradamus. “Nomine Ue, la notte di Timmermans. Il Ppe si spacca sull’elezione del socialista alla Commissione, poi la Merkel supera le resistenze. Weber in corsa per l’Europarlamento” (Il Messaggero, 1.7). Ma certo, come no.

Enti inutili. “Sassoli (Pd) europresidente. Dopo Tajani, un altro giornalista italiano” (il Giornale, 4.7). Per dire quanto conta il Parlamento europeo.

L’ospedale più pazzo del mondo. “Alfano sarà a capo degli ospedali. Diventa presidente del gruppo San Donato” (Libero, 6.7). Già transennati i cimiteri.

Chi ricatta chi. “Il ricatto ai Benetton del M5S” (Il Foglio, 2.7). Diavolo di un Toninelli: ha buttato giù il ponte Morandi per ricattare i Benetton.

Colpa di Virginia. “Gravi colpe di Raggi” (Pinuccia Montanari, assessore all’Ambiente del Comune di Roma fino a sette mesi fa, Corriere della sera, 4.7). Soprattutto quella di averla scelta.

La garanzia. “Se persino i sindacati dicono no al salario minimo di 9 euro” (Livio Caputo, il Giornale, 1.7). E’ la prova definitiva che il salario minimo a 9 euro è sacrosanto.

Dovere di cronaca. “Le prigioni di Carola”, “E la capitana recupera la scarpa: ‘Ora voglio andare a correre’”, “Appena libera, Carola ha chiesto tre cose: la scarpa destra da jogging, la possibilità di chiamare sua sorella in Germania, un po’ di calma attorno a sé. Già dopo l’arresto aveva avvertito lo staff di Sea-Watch di aver bisogno di quella scarpa, probabilmente andata perduta durante il marasma tra venerdì e sabato… Ora l’ha recuperata e si allena nei pressi dell’ennesima casa-rifugio. Dice chi la conosce che correre sia il suo modo per scaricare la tensione. E la Capitana deve averne accumulata assai… ‘Forse dovrei emigrare in Australia’, ha scherzato con Giorgia Linardi, la portavoce di Sea-Watch Italia. Poi si è messa le scarpe, ed è corsa via” (Fabio Tonacci, Repubblica, 3 e 4 .7). Sea-Slurp.

I titoli della settimana/1. “’Sì, in Aula col sandalo’. ‘No, serve più decoro’. I due partiti delle donne in Parlamento. Così si sono divise sull’abbigliamento” (Corriere della sera, 4.7), “’Onorevoli scostumate’. La disfida delle scollature” (Repubblica, 4.7). Finalmente un po’ di attenzione ai veri problemi del Paese.

I titoli della settimana/2. “A Milano una ragazza disabile è stata rapinata da un uomo senza una mano e una donna senza una gamba” (SkyTg24, 28.6). Questo sì che si chiama fair play sportivo.

I titoli della settimana/2. “Progetto scellerato per ‘uccidere’ Salvini” (Pietro Senaldi, Libero, 6.7). Sparando cazzate.

I titoli della settimana/3. “Governo scomparso. CIALTRONISSIMI” (il Giornale, 2.7). Ogni tanto Sallusti e i suoi boys usano lo pseudonimo.

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Hits: 21

Precedente Alba Adriatica, furti in abitazione: cassaforte smurata in pieno giorno - Cityrumors Successivo Previsioni meteo Abruzzo, martedì 9 luglio - Rete8