Carta Canta: La verità sulla bolletta da 25 mila euro del Ruzzo…. | I Due Punti

Una premessa.

Pubblico la lettera di un lettore.

Gentile Dott. Falconi Giancarlo,
Volevo segnalare, approfittando della sua cortesia e disponibilità, in riferimento all’articolo pubblicato sul quotidiano on line
 emmelle.it, (link: https://www.emmelle.it/Prima-pagina/Cronaca/Nessun-caro-bolletta-i-cong…) la preoccupazione, legittima degli utenti a seguito della consegna delle bollette relative alla fornitura della tanto preziosa e “cara” acqua.

Bollette davvero “salate” in molti casi il doppio rispetto al solito importo, anche in caso di lettura comunicata.
Nell’articolo si sosteneva che non c’erano stati aumenti ma soltanto controlli effettuati dai letturisti dell’azienda, che avevano determinato il calcolo di molti conguagli.
Non si parlava dell’aumento del 12% approvato, ovviamente qualche tempo fa.
Anzi, nell’articolo l’azienda invitava gli utenti ad una maggiore collaborazione comunicando la lettura…
Io credo che ormai noi utenti siamo rassegnati a pagare, apprezzando e conoscendo la famosa chiarezza e trasparenza dell’azienda.
Parlando di chiarezza e trasparenza il pensiero corre ai depuratori, il cui servizio incide in percentuale del 50% sul totale dell’importo in bolletta ( siamo appena tornati dal mare quindi abbiamo “visto” la loro efficienza)
Tuttavia essere presi in giro non ci piace!
Perché? Semplice perché molti la lettura la fanno e la comunicano, addirittura qualcuno, come me ha fatto la registrazione sul portale della Ruzzo Reti, quindi tutto è documentato…!
Forse è sfuggito che l’azienda ha incaricato un’azienda esterna per fare le letture dei contatori.
Tutto questo con aggravio di spesa a nostro carico, ovviamente.
..è di oggi la notizia di una bolletta da 25000 euro, di ieri quella della signora che bevve la preziosa acqua e si sentì male,finendo in ospedale…
Una volta, tra i vari profili lavorativi c’era quello del letturista, ora a causa di certe scelte di “politica aziendale” (i dipendenti sono tutti negli uffici…) si preferisce aumentare i costi dei servizi, che andiamo noi a pagare….
Noi continueremo a pagare, anche per chi non paga, finchè possibile…
Le sarei grato se potesse pubblicare la mia opinione, che certamente sarà condivisa da molti.
La ringrazio per la disponibilià e cordialmente la saluto.

IN sintesi provo a rispondere, visto che da oltre dieci anni pubblico carte e documenti sulla Ruzzo Reti per aver provato a far aprire mille inchieste senza successo per quanto riguarda i passati cda.

1) I Letturisti sono sul territorio e hanno diversi compiti:
Manutenzione dei contatori, attenzione sulle morosità e vi sono dei letturisti esterni perchè per legge, dal 2019, la Ruzzo Reti dovrà compiere due letture all’anno.
2) I costi in bolletta?
La depurazione con 400 fosse Imhoff e una decina di depuratori che consumano energia elettrica e devono essere manutenuti. Inoltre c’è da aggiungere il costo del potabilizzatore un vero e proprio unicum del patrimonio infrastrutturale dell’acquedotto teramano. Quest’anno ancora non vi sono stati casi importanti di divieti di balneazione.
3) La tariffa non è di responsabilità del Ruzzo, anzi, l’acquedotto ha la tariffa più bassa d’Abruzzo e una delle più basse d’Italia, inoltre, ha ritardato per ben due anni l’aumento in bolletta.
4) I conguagli spiegati e rispiegati attraverso comunicati e conferenze stampa.

5) La bolletta da 25 mila euro?
Ecco l’intervista al Presidente Forlini…..https://www.youtube.com/watch?v=ArjF3VkOyiY&feature=youtu.be

Sorgente: Carta Canta: La verità sulla bolletta da 25 mila euro del Ruzzo…. | I Due Punti

Hits: 107